Le pulizie collettive ripristinano il decoro, favoriscono la rieducazione e aiutano l’integrazione

  • Home
  • News

07

marzo
2017

Sono sempre più numerosi i progetti di collaborazioni tra comuni, associazioni, cooperative, carceri e volontari destinati alla pulizia del bene comune e alla tutela del decoro ambientale.

Queste iniziative non solo portano benefici all’ambiente, ma hanno chiaro intento sociale: contribuiscono all’integrazione delle persone nella società con chiari obiettivi educativi.
Pulizia e ordine sono sì il risultato da ottenere, ma anche un pretesto per fare gruppoeducando alla vita condivisa.

Convenzioni che nascono o che si rinnovano

Le convenzioni collaborative, inizialmente sperimentali, prevedono l’impiego su base volontaria di profughi, migranti e detenuti in attività di recupero del patrimonio ambientale, volontariato civico e interventi di pulizia di aree pubbliche; un bene per tutte le parti coinvolte:

  • nuove risorse ed addetti per gli enti locali

  • assistenza ai detenuti nel reinserimento sul territorio e nel lavoro

  • impiego per tanti dei profughi alla ricerca di asilo

Profughi e detenuti al lavoro per città più pulite

I giovani impiegati e i volontari partecipanti a questi interventi di pulizia e ripristino del decoro di strade, comuni piazze, fiumi, spiagge, centri storici e periferie sono centinaia.
volontari disponibili sono istruiti tramite corsi di formazione, dotati di idonei strumenti e di protezione individuale e di copertura assicurativa che ne tutela l’operato.

Tutte le attività svolte e previste dalle convenzioni sono lavori di facile e riconoscibile impatto: la raccolta di rifiuti abbandonati, la pulizia del verde, la rimozione di affissioni abusive, le cancellazioni di scritte su mura ed immobili, l’eliminazione di collante da arredi urbani, la pulizia di aiuole e spazi di verde pubblico, la pulizia di spiagge pubbliche, la manutenzione dei marciapiedi e delle piste ciclabili, la manutenzione e pulizia dei cortili scolastici, la pulizia di fossi ed infine la rimozione della neve durante l’emergenza.

Il successo di questi interventi di pulizia

I risultati di questi lavori sono ottimi e ben visibili a tutti: basta recarsi nelle aree interessate a Pisa, Rivoli, Novara, Rimini, Pescara, Vigevano, Fiumicino, Mantova e nella provincia di Forlì-Cesena per notare la differenza.

Sono stati raccolti migliaia di chili di rifiuti urbani: si parla di centinaia di sacchi di immondizia e altrettanti oggetti ingombranti abbandonati, tra cui pneumatici, lavatrici, televisori, attrezzature varie e macerie. Inoltre, sono stati ripristinati diversi gazebo in legno, tavoli, panchine, staccionate e sono state mondate numerose piante infestanti.

Un esempio da seguire

Tutti gli interventi svolti fino a oggi rappresentano un passo importante nel processo di integrazione ed inserimento di queste persone nel tessuto sociale della comunità, ma anche per il miglioramento della vivibilità e dei servizi delle città.

Via libera, quindi, ai progetti di squadra costruttivi dalla grande funzione e utilità sociale che possono trasformarsi in modelli da seguire per altri comuni italiani, garantendo un servizio di pulizia essenziale per il mantenimento di beni di grande valore culturale e storico.

Richiedi maggiori informazioni

Compila il form

Verrai contattato da un nostro consulente

Socaf

Specialista in
soluzioni per il cleaning
professionale e per la
qualità degli ambienti
di lavoro.

Visitaci

Via Trieste, 14 | 24046
Osio Sotto (BG)

T +39 035 4876054
F +39 035 4823958
info@socaf.it

 

Via dei Ponticelli, 47 | 25014
Castenedolo  (BS)

T +39 030 2732674
F +39 030 2131527
info@socaf.it

 

Via De Gasperi, 120 | 20017
Mazzo di Rho (MI)

T +39 02 93904406
F +39 02 93904418
info@socaf.it

  • Per saperne di più

Seguici su

Chiamaci

800 480110
Numero verde gratuito

Per info e richieste